Collezioniamo i vecchi libri di tennis italiano

Al nostro Paese va l’indiscusso merito d’aver dato alle stampe il primo e più importante libro al mondo sul giuoco della palla. Antonio Scaino da Salò, giovane abate alla corte di Alfonso II Duca d’Este, pubblica infatti nel 1555 il ‘Trattato del giuoco della palla’. E’ un testo che analizza con dovizia di particolari i vari giochi con ‘rachetta’ od altri attrezzi in voga in quel periodo, praticati sia al chiuso che all’aperto con vari tipi di palle. L’edizione originale del libro raggiunge oggigiorno alle aste internazionali quotazioni astronomiche ma tuttavia ristampe del testo (che merita di far parte della libreria del tennista collezionista) si possono acquistare a prezzi contenuti.

Bisognerà però attendere sino al 1898 prima che in Italia venga pubblicato nuovamente un testo in italiano sul tennis. E’ la casa editrice U. Hoepli che propone, tradotto dall’inglese, il manuale di V. Baddeley dal titolo ‘Il Lawn Tennis’.

Questo libro servirà da base alcuni anni dopo ad Alberto Bonacossa e Giberto Porro Lambertenghi per il nuovo Manuale Hoepli del 1914 ‘Il Tennis’ che risulterà il primo libro sul tennis scritto nella nostra lingua da autore italiano.

Un manuale pieno di informazioni sul tennis dell’epoca, le origini del gioco nel nostro Paese, e con capitoli dedicati all’attrezzatura, alla tecnica del gioco, alle regole e ai risultati, impreziosito inoltre da interessanti immagini fotografiche. Un testo che ha fatto scuola e che è stato più volte rivisto ed ampliato con nuove edizioni negli anni 1927, 1928 e 1935.

Tra i testi di tecnica merita una citazione il libro di Edgardo Altieri ‘Il Tennis’ edito da Corticelli pubblicato nel 1929 e successivamente ampliato con nuove edizioni nel 1932 e 1937.

Il valido tennista degli anni trenta Guido Cesura è stato autore a partire dal 1939 di molti libri sulla tecnica del gioco editi dalla Sperling & Kupfer ma particolarmente interessante è stata la pubblicazione Pirelli del 1940 dal titolo ‘Istantanee di tecnica tennistica’. Un libro-cofanetto nel cui interno sono presenti otto librettini che sfogliati rapidamente riproducono l’esecuzione dei vari colpi, una vera e propria rappresentazione cinematografica.

Fra le pubblicazioni ante guerra segnaliamo ancora il libro di tecnica ‘Il Tennis’ edito da Olimpia e scritto nel 1943 dal giocatore Vanni Canepele.

Un prezioso contributo alla propaganda del tennis negli anni trenta va inoltre riconosciuto alla Federazione Italiana Tennis che a partire dal 1929 ha iniziato la pubblicazione dei suoi annuari, testi ricchi di dati, risultati e interessanti notizie sul tennis italiano di quel periodo.

Annuario FIT 1929

Antonio Scaino

Baddeley - Il Lawn Tennis

Bonacossa Hoepli

IL TENNIS Corticelli

Ist.tec.tennistica