Nascita e Sviluppo del Tennis in Val d'Aosta

La prima presenza ufficiale del gioco del tennis in Italia porta la data dell’ottobre 1878 quando un gruppo di sportivi inglesi residenti nella cittadina ligure di Bordighera fonda un circolo di tennis. Tuttavia il merito della prima iniziativa ‘interamente italiana’ va alla città di Torino che qualche anno dopo, il 4 aprile 1880 costituisce il suo primo tennis club.

La vicinanza tra la capitale sabauda e la Valle d’Aosta non influenzò però la diffusione del tennis in questa regione, sport che per diversi anni di fatto non entrò nel ‘cuore’ dei valdostani. In Valle erano decisamente prioritari gli sport legati alla montagna, lo sci, l’alpinismo o le escursioni e per gli altri, con la sola eccezione del calcio, non c’era molto … spazio.

Nei primi anni del novecento i pochi campi nella regione ove era possibile praticare il tennis si trovavano presso proprietà di privati, luoghi in prevalenza elitari che non favorivano certo l’espansione del gioco fra i valdostani. Gli annuari Fit e le riviste sportive di quegli anni non riportano infatti alcuna indicazione di attività agonistica in Vallée e nessun campo da gioco era presente nella città di Aosta.

Solo a Courmayeur nacque un piccolo club prettamente estivo e riservato alla clientela del Royal Hotel Bertolini: il Circolo Tennis di Courmayeur. Sui due campi a disposizione ospitò una serie di manifestazioni, attività per lo più turistico-estive che se non altro ebbero il merito di far conoscere un pochino il tennis alla popolazione locale. Solo negli anni successivi alla seconda guerra mondiale il tennis cominciò a prendere piede e a collocarsi in una posizione significativa tra gli sport della Valle d’Aosta.

Il ‘boom economico’ ebbe il merito di mutare velocemente le condizioni di vita degli italiani che così potevano dedicare più tempo allo svago e al turismo. Fu allora che le comunità montane aostane cominciarono a capire l’importanza del tennis, sport sano e dilettevole che meglio di altri nei mesi estivi, ove era quasi impossibile praticare lo sci, poteva avvicinare nuovi sportivi e favorire un maggior impulso turistico alle loro località di villeggiatura.

L’11 agosto 1957 nasceva a Champoluc il primo ‘vero’ tennis club della regione, dotato all’origine di due campi ai quali dopo poco se ne aggiunsero altri due assieme ad un gradevole chalet. Nel 1959 era finalmente la città di Aosta a fondare il suo primo circolo: il T.C. Aosta e poco dopo prendevano vita il C.T. Chatillon, la Polisportiva Derby di La Salle, il T.C. Brusson, il Minigolf T.C. Champoluc, il T.C. Antey, il T.C. Cervinia e il C.T.S. St.Vincent. Ne seguiranno poi altri nei comuni di Courmayeur, Cogne, Etroubles, Gressan, Morgex, Quart e Sarre.

La ‘consacrazione’ internazionale del tennis in Valle d’Aosta avverrà poi nel 1986 quando per la prima volta nella sua storia la regione ospitò un torneo internazionale del circuito Nabisco Grand Prix. La manifestazione, organizzata dal Grand Hotel Billia di Saint Vincent, ottenne un grosso successo e il torneo venne riproposto anche nei due anni successivi contribuendo non poco ad avvicinare ancora di più i valdostani verso il gioco più ... bello del mondo.

Brusson Champoluc Cogne Courmayeur Saint Vincent